Entries tagged with “solidarietà rivoluzionaria”.


da crocenaranarchica.org

Una cellula cilena della Federazione Anarchica (FAI) Informale – Fronte Rivoluzionario Internazionale (IRF) che si fa chiamare Grupo Kapibara, ha rilasciato un comunicato di rivendicazione di un attacco incendiario contro una sottostazione del fornitore di energia elettrica Chilectra a Santiago il 06.05.15.

Secondo il comunicato un dispositivo incendiario temporizzato contenente 1,2 litri di benzina e 400 g di polistirene è stato posto in una stanza all’interno della sottostazione. Il meccanismo di sincronizzazione è stato impostato per attivarsi mezz’ora dopo il posizionamento del dispositivo, ma per motivi sconosciuti l’attivazione non si è verificata se non diverse ore più tardi.

Il comunicato afferma che l’azione è stata effettuata al fine di sferrare un colpo distruttivo contro il sistema tecno-industriale in difesa della Madre Terra. Il comunicato contiene anche espressioni di solidarietà con il prigioniero anarchico nichilista Spyros Mandylas in Grecia, i compagni Nataly, Juan e Guillermo in sciopero della fame in Cile e i compagni Sol, Tato e Javier, imprigionati anch’essi in Cile. Citato anche l’anarchico Punky Mauri che morì nel 2009, durante il tentativo di mettere una bomba alla scuola delle guardie carcerarie a Santiago del Cile.

Fonte Insurrection news(via 325 no state)
Traduzione Crocenera

da crocenera.org incendio-linea-6-600x641

Cile: attentato incendiario contro cantiere della metropolitana di Santiago- Capybara group/Fai/Fri

Testo rivendicativo
:

“Piccole azioni contro il sistema non sono importanti solo nella misura in cui contribuiscono alla distruzione del sistema, ma anche nella misura in cui esse contribuiscono alla formazione di individui che sono liberi, preparati, consci delle loro capacità e limiti, coraggio e in grado di lottare per quello che vogliono “(Antitechnology 2009)
Rivendichiamo la responsabilità per l’attacco incendiario contro il cantiere della futura linea 6 della metropolitana di Santiago, il 7 aprile, abbiamo attaccato un rappresentante del progresso tecnologico sociale con un ordigno incendiario ad attivazione chimica.
Le conseguenze dannose dell’espansione tecno-industriale non saranno tollerate senza la risposta necessaria, camminiamo sorvegliando attentamente i vostri magazzini, supermercati, aree di espansione urbana, il degrado della natura selvaggia nelle sue più con le unghie e con i denti ciò che resta da difendere e noi stessi.
Mandiamo i nostri cordiali saluti a Natalia Collado e Javier Pino.
Forza ai compagni in sciopero della fame Juan Flores, Nataly Casanova e Guillermo Durán.
Contro la civiltà! Per la difesa di tutto quello che abbiamo perso!
Gruppo Capybara FAI-FRI
……………………..
Fonte CONTRAINFO ENGLISH
TRADUZIONE CROCENERA

 

da http://informa-azione.info

Riceviamo da mail anonima e diffondiamo:

“GENOVA: Incendiato bancomat in solidarietà con i prigionieri della sezione AS 2 di Ferrara e con le lotte dentro e fuori le carceri greche”

 

da crocenera.org banche

“BANCA CARISBO ATTACCATA NELLA NOTTE TRA IL 16 E IL 17 MARZO: BANCOMAT MANOMESSO E VETRINE SFONDATE A MARTELLATE. UN SALUTO AI COMPAGNI RINCHIUSI IN AS2 SOTTOPOSTI DA OLTRE UN MESE A ISOLAMENTO PUNITIVO”

 

 

da crocenera.org

0facciamofintaE’ scaricabile in pdf “Facciamo finta che tutto va bene… che tutto va bene…” , uno scritto del gennaio 2015 di Gianluca Iacovacci, rinchiuso nella sezione AS2 di Ferrara e condannato in primo grado a 6 anni per una serie di sabotaggi nella zona dei Castelli Romani. Nel testo il compagno spiega  le sue scelte di rifiuto della difesa nel contesto processuale, allargando il discorso alla critica contro certe dinamiche di movimento, alla  solidarietà, all’azione.

5 dicembre 2014 da actforfreedom

Adsız-Kopya-600x383
“La notte del 1 dicembre, abbiamo rotto le finestre di un rullo compressore e abbiamo tagliato i suoi cavi nel quartiere Kocasinan di Istanbul, con l’intenzione di dimostrare la nostra solidarietà al prigioniero anarchico Nikos Romanos, che è in sciopero della fame da 24 giorni e poi a Yannis Michailidis, Andreas-Dimitris Brourzoukos e Dimitris Politis, che hanno avviato lo sciopero della fame a sostegno di Nikos Romanos nelle prigioni greche. Poi abbiamo scritto con lo spray alcuni slogan su un muro vicino al bersaglio: “Nikos Romanos” e “Fuoco alle celle delle prigioni”.

Con questa piccola azione, salutiamo anche i guerrieri che sono caduti non cedendo ai macellai di ISIS, salutiamo i ribelli che rifiutano di rimanere manifestanti, poi combattono contro i poliziotti e attaccano gli obiettivi di repressione e sfruttamento in Messico, Francia, Ferguson e Santiago, salutiamo le cellule ALF-ELF che aumentano le azioni e gli attacchi ad Istanbul e dintorni, salutiamo gli insurrezionalisti che si sono stufati di essere rivoluzionari da poltrona, che si sono annoiati di vaporizzazioni insurrezionali e del Feticismo da Organizzazione e che si sono annoiati di perdere la loro immaginazione anarchica nella palude di un’opposizione liberale.

Fino alla libertà di Nikos Romanos e di tutti i prigionieri anarchici di guerra in tutto il mondo …
Solidarietà … attacco … insurrezione …

Fino alla Liberazione Totale…
Guerra Sociale!

Earth Liberation Front (ELF) / Fazione di Solidarietà Insurrezionale