Entries tagged with “presidio”.


In occasione della settimana di mobilitazione contro le biotecnologie lanciamo un presidio per giovedì 15 ottobre, dalle 13.30 alle 15.30, di fronte al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” (via San Vittore 21, Milano) in cui si terrà una serie di conferenze intitolate “Le politiche per le biotecnologie nel settore agroalimentare: dove siamo e dove andiamo ”.

In queste conferenze, patrocinate dalle principali istituzioni dello stato come il Senato della Repubblica, la Camera dei Deputati e la Presidenza del Consiglio, diversi operatori del settore agroalimentare tesseranno le lodi degli OGM e della genetica vegetale proponendo queste nuove tecniche scientifiche come soluzioni per un’agricoltura “sostenibile” e produttiva.

Imposizione di monocolture e pesticidi che uccidono la biodiversità, contaminazione genetica, brevetti su ogni nuova creazione di animali o vegetali ibridi sono alcune delle implicazioni di questo progetto di dominio capitalista. Sappiamo bene quali sono i reali interessi dietro la volontà di diffusione degli OGM, ovvero la sete di profitto dei governi e delle multinazionali della chimica e dell’agricoltura che vogliono imporre un modello unico di agricoltura intensiva e prendere il controllo delle risorse alimentari globali a scapito dell’autonomia delle piccole comunità.

La motivazione pseudo-umanitaria con cui ci vogliono imporre le biotecnologie nel settore agricolo è che gli OGM rappresenterebbero la soluzione di fronte a problemi come la crescita costante della popolazione mondiale, la crescente povertà e l’esaurimento delle terre coltivabili, dovuti a un modello capitalista di produzione e consumo.

(altro…)

nanoforumMartedì 29 settembre dalle 13.30 alle 15.00 presidio contro il Nanoforum al politecnico Bovisa via G. Durando 10, Milano.

Al politecnico Bovisa di Milano dal 29 settembre al 2 ottobre si svolgerà il Nanoforum, un incontro per addetti del settore,‭ ‬ma non solo,‭ ‬dove vengono presentati i risultati della ricerca‭ ‬in nanotecnologie e dove tali ricerche ottengono‭ ‬l’approvazione ed eventualmente il finanziamento degli investitori.‭ ‬E‭’ ‬necessario protestare di fronte ai responsabili diretti di ciò che sta accadendo,‭ ‬è necessario cercare di fermare e ostacolare l’influenza che hanno sia a livello di opinione pubblica sia a livello di potere,‭ ‬politico ed economico,‭ ‬sulle nostre società.‭

‬La Lepre, per la liberazione animale, umana e della Terra‭!

7 giugno ferrara stampabile_800x566

Domenica 17 maggio ore 14,30
presidio contro Air France-⁠KLM
all’aeroporto di Linate (MI)
(bus 73 da S.Babila M1)

AirFrance-KLM è principale trasportatore per via aerea di animali destinati ai laboratori di vivisezione. Sono migliaia i macachi catturati nelle foreste e costretti a lunghi viaggi aerei per essere poi smistati in tutto il mondo. Già molte compagnie aeree hanno ceduto alla pressione delle proteste, e questo ha causato notevoli problemi logistici ed economici ai vivisettori. AirFrance-KLM è inoltre parte integrante del meccanismo delle espulsioni: assecondando le politiche razziste dei governi, con i propri voli deporta oltre i confini della “fortezza Europa” persone migranti solo perché ritenute clandestini.

LIBERAZIONE ANIMALE E’ LIBERAZIONE DA OGNI FORMA DI OPPRESSIONE, NON TOLLERIAMO NESSUN TIPO DI ATTITUDINE O COMPORTAMENTO SESSISTA, FASCISTA, OMOFOBO, RAZZISTA O TRANSFOBICO.

 

da http://silviabillycostaliberi.noblogs.org

 

presidio-19-aprile-copia

da https://lalepre.noblogs.org NANO-BIOINITALY-1024x724

Lunedì 13 aprile dalle 16.00 alle 18.30
presidio controinformativo e di protesta
davanti al Museo della Scienza e della Tecnologia
via S. Vittore 21, Milano
per contrastare la loro idea di (nano)mondo

Il 13 aprile 2015 si terrà l’evento: “Esplora il nano mondo:dialoghi sulle nanotecnologie“, presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci. Esperti e ricercatori vogliono creare un dialogo con cittadini e studenti per avvicinarli al “meraviglioso” mondo delle nanotecnologie, così come in passato hanno usato tecniche simili per cercare di convincerci della bontà del nucleare, delle biotecnologie e di altre nocività. Un’operazione di propaganda mirata che cercherà, sotto forma di gioco, di mostrare gli apparenti vantaggi di alcune delle applicazioni delle nanotecnologie, ma di certo non ci mostrerà l’ideologia di dominio che sottende il mondo bio/nanotecnologico: meccanizzazione degli organismi viventi e della natura, contaminazione irreversibile, imprevedibilità delle conseguenze, uso delle nanotecnologie per fini militari e di controllo sociale, imposizione dall’alto di un mondo sempre più artificializzato e sottomesso alle logiche di mercato. La dittatura tecnoscientifica sul pianeta ha già prodotto abbastanza disastri, non ci stiamo ad essere cavie delle loro manipolazioni create in laboratorio e poi diffuse in maniera autoritaria nel mondo, visto dagli scienziati come un laboratorio a cielo aperto… Le nanoparticelle sono già ampiamente diffuse in molti prodotti di uso comune, disseminate nel cibo, nell’aria, nell’acqua e nei terreni, droni e microchip controllano ogni nostro movimento restringendo sempre più il campo della nostra libertà personale. Ora vogliono convincerci che si tratti soltanto di un gioco da osservare con curiosità sotto la lente di un microscopio, ma le conseguenze di tutto ciò le subiremo e le stiamo già subendo noi, gli animali e il pianeta su cui viviamo.

Martedì 21 Aprile presidio contro il BioInItaly dalle 14.00
di fronte a Palazzo Besana, Piazza Belgioioso 1, Milano

Le biotecnologie si occupano di inserire artificialmente nel codice genetico di piante, animali e microrganismi, geni di altre specie, dando vita ad organismi geneticamente modificati (OGM). Quello che governi, ricercatori e multinazionali stanno cercando di fare è di prendere il controllo dell’intero patrimonio genetico di piante, animali e umani, creare degli ibridi, brevettarli, e poi rivenderli per motivi economici e/o politici.
Il Bioinitaly è un incontro di due giorni in cui le imprese nano e biotecnologiche si presentano a investitori di tutto il mondo interessati a finanziarle per ottenere ingenti profitti. Tra le organizzatrici Banca Intesa San Paolo, già tristemente famosa per aver finanziato progetti nocivi per gli ecosistemi quali i treni ad alta velocità e Expo2015.
Un evento di questo tipo rende palese la stretta collaborazione tra economia e scienza. Non sorprende che le tecniche di manipolazione genetica siano state inizialmente create e finanziate dalle multinazionali americane del settore chimico, agricolo e farmaceutico; tutt’oggi sono proprio questi grossi gruppi industriali che fanno a gara per immettere sul mercato sempre nuovi prodotti industriali, agricoli e farmaceutici transgenici. La filantropia di cui queste aziende si fanno scudo per giustificare la diffusione di sempre nuove applicazioni biotech (come i presunti benefici degli OGM o dei farmaci sull’ambiente o sulla salute umana, le biotecnologie “verdi” ecc.) non è che una menzogna che mira a nascondere i loro reali interessi economici, palesati da un evento come il BioInItaly. Le biotecnologie rispecchiano perfettamente l’ideologia del sistema tecnoindustriale in cui viviamo, un sistema che vuole imporre un controllo sempre più stretto sulle nostre vite e che diffondendo nocività riesce a trarre profitto perfino dalle soluzioni ai danni che esso stesso ha creato, in un circolo senza fine di nocività-malattia-cura-nuove nocività.

Per info: lalepre@canaglie.org – www.lalepre.noblogs.org

da http://senzaritorno.noblogs.org

Lunedì 16 marzo abbiamo lanciato il primo presidio della campagna Senza Ritorno a Roma. L’obiettivo è stato l’ufficio centrale di DHL nella nostra città. Subito dopo il nostro arrivo i dipendenti di DHL hanno ricevuto l’ordine dall’alto di chiudere tutto e andarsene via, probabilmente per evitare momenti di imbarazzante confronto, tanto più che la loro linea ufficiale continua ad essere quella di non avere nulla a che fare direttamente con il trasporto di animali per la sperimentazione. Un puro e semplice cavillo: è vero che DHL non trasporta direttamente animali (e come potrebbe farlo…dentro dei pacchi?), ma semplicemente perché delega il lavoro sporco alla ‘sua’ compagnia aerea ABX Air.

presidioroma

Soddisfatti e consapevoli del fatto che per DHL il nostro presidio è costato la perdita di un pomeriggio di lavoro, abbiamo megafonato e distribuito volantini, cercando di informare più persone possibile di cosa si nasconde dietro le apparentemente innocue sigle di DHL e Air France-KLM: violenza, sfruttamento e morte

daLocandina_Presidio_15_03_2015 http://antispecistipratesi.noblogs.org

Come facciamo ormai da diversi mesi, domenica 15 marzo prossimo, a partire dalle 14, torneremo a protestare davanti all’aeroporto di Firenze contro Air France – KLM, il trasporto di animali per la vivisezione e la deportazione dei migranti senza documenti.

Per tutte le informazioni sulla campagna invitiamo tutt* a partecipare al benefit e alla protesta, a consultare i nostri precedenti post sull’argomento e il blog della campagna senzaritorno.noblogs.org.

Come sempre ribadiamo, per l’ennesima volta, che liberazione animale è liberazione da ogni forma di dominio, sfruttamento, oppressione e discriminazione. Non tolleriamo nessun comportamento o attitudine fascista, razzista, sessista, transfobica, omofobica.

Lascia a casa bandiere e simboli di partiti ed associazioni e porta in piazza la tua rabbia.

presidio-Ferrara-14-03-2015

BIT2Sabato 14 febbraio 2015

PRESIDIO CONTRO LA BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO

Dal 12 al 14 febbraio, alla Fiera di Rho, si svolgerà l’annuale Borsa Internazionale delTurismo (BIT),
dove esporranno tour operator, compagnie aeree ed enti del turismo di paesi da tutto il mondo.
In questa fiera saranno presenti multinazionali del turismo responsabili dello stravolgimento
dell’esistenza di intere popolazioni e di interi ecosistemi,
compagnie aeree come Air France/KLM che trasportano animali verso i laboratori di vivisezione e
deportano migranti senza documenti, oltre a stand di stati neocolonialisti e razzisti come quello israeliano.
Eventi come questo o come Expo 2015 racchiudono e mettono in mostra la mentalità
antropocentrica e colonialista di chi trae profitto dalla devastazione della terra e
dallo sfruttamento degli animali umani e non umani.

Contro la devastazione e il consumismo di massa causati dall’industria del turismo!

Contro ogni forma di dominio!

Dalle 13.00 presidio davanti ai cancelli della fiera di Rho – Milano
(si arriva con la metro fermata “Rho Fiera” oppure con il treno delle Ferrovie Nord)

La Lepre, per la liberazione animale, umana e della terra – lalepre.noblogs.org