Entries tagged with “Grecia”.


Traduzione da http://es.contrainfo.espiv.net

Calcidica: Manifestazione contro la repressione il 27 di settembre a Poligiros

A proposito dell’arresto dei due compagni Andrea ed Errol:

Domenica 23 agosto si è tenuta nella città di Skouries, nella penisola calcidica, una marcia contro le miniere d’oro, nell’ambito del primo accampamento “Al di fuori dell’Europa” (Piattaforma antiautoritaria contro il capitalismo). Nel suo tentativo di avvicinarsi ai lavori della società “Oro greco”, i/le manifestanti si sono scontratx con la polizia a guardia della struttura, che hanno risposto con il lancio di grandi quantità di lacrimogeni, spingendo la gente verso i veicoli con cui avevano raggiunto il luogo. E’ lì che i poliziotti hanno catturato l’ultimo autobus e hanno arrestato le 78 persone che erano all’interno. In seguito i fermi sono diventati arresti con l’accusa di sommossa, che poi si è tramutata in accusa di disturbo della quiete pubblica. Dopo alcune ore, 74 manifestanti sono stati liberati, mentre gli/le altrx quattro sono rimastx in stato d’arresto perché si sono rifiutatx di fornire i propri dati personali e le impronte digitali. (altro…)

da crocenera.org

tumblr_n0mic0Pe2P1sgsrdio1_500

PIANO D’AZIONE PER UN CONTRATTACCO ANARCHICO INTERNAZIONALE

“DISTRUGGIAMO LA REPRESSIONE”

ATTO 2

Anarchia Combattiva rivendica l’attacco contro gli uffici centrali di Microsoft in Grecia. I compagni che hanno preso parte all’azione hanno piazzato l’ordigno incendiario composto di bombole di gas e polvere da sparo andandosene tranquillamente, umiliando ancora una volta le misure di sicurezza dell’edificio. Microsoft è una multinazionale colosso del complesso tecno-industriale, una delle più potenti compagnie del settore e inestricabilmente legata al sistema politico ed economico. L’attacco all’avanguardia del dominio capitalista nella tecno-scienza e nei suoi tentacoli assassini vuole essere un attacco alla meccanizzazione della vita in generale. La guerra rivoluzionaria è una base attorno alla quale sta venendo costruito il conflitto costante con l’esistente, un tentativo di perseguire la liberazione totale delle nostre vite dalle catene dello Stato, del capitale e della loro società, che si espande al continuum spazio-temporale quando gli oppressi si ribellano ai loro sfruttatori.

(altro…)

Volantino diffuso al presidio tenutosi a Ferrara il 14 marzo 2015  machorkacervo

Uniti contro la repressione a sostegno dei prigionieri politici in lotta in Italia e nel mondo!

Nel carcere di Ferrara l’azione repressiva dello Stato ha voluto ulteriormente colpire la resistenza e la volontà quotidiana di lottare dei compagni anarchici lì rinchiusi, un’azione repressiva incentrata sulla strategia punitiva dell’isolamento. I compagni stanno dimostrando di sapere resistere e reagire anche a questi ultimi attacchi infami da parte dello Stato. I compagni in carcere stanno già facendo molto, così come stanno resistendo da anni decine e decine di rivoluzionari prigionieri in altre carceri in Italia. Sta a noi sostenerli e sviluppare la lotta fuori.
La strategia repressiva incentrata sui regimi detentivi di isolamento non riguarda solo l’Italia, ma ha colpito e colpisce i compagni prigionieri di tanti altri Paesi, in Europa e non solo. Ovunque questa strategia deve scontrarsi con la risposta determinata dei rivoluzionari prigionieri. Uno degli esempi più recenti è quello che sta succedendo in Grecia. Proprio in Grecia il 30 dicembre 2014 sono incominciati i trasferimenti di alcuni rivoluzionari prigionieri nella prigione di Tipo C di Domokos. Questo tipo di prigioni sono state istituite dalla Stato greco con la riforma penitenziaria del luglio 2014. Le caratteristiche principali di questo regime detentivo consistono nell’isolamento, in pesanti limitazioni dei colloqui e delle telefonate, nella censura alla posta, nell’eliminazione dei permessi esterni e nella permanenza dentro il carcere di forze di polizia con poteri speciali. Questo trattamento è finalizzato all’annientamento e alla differenziazione dei detenuti politici. In risposta a questo attacco, che è parte di una strategia di controrivoluzione preventiva contro il movimento rivoluzionario, nei mesi scorsi si sono svolte grosse mobilitazioni dentro e fuori le carceri.
Dal 2 marzo in varie prigioni della Grecia nove rivoluzionari prigionieri, tra cui alcuni militanti dell’Organizzazione Lotta Rivoluzionaria, dell’Organizzazione 17Novembre e 5 membri della “Rete dei Combattenti Prigionieri” (DAK), hanno iniziato uno sciopero della fame come forma di lotta finalizzata al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • Abolizione degli artt. 187 e 187a del Codice Penale (rispettivamente reato di associazione a delinquere e 270bis per l’Italia).
  • Abolizione della legge del cappuccio (legge contro il travisamento).
  • Abolizione delle prigioni di Tipo C.
  • Abolizione del prelievo forzato del DNA.
  • Liberazione di Saavas Xiros, militante dell’Organizzazione 17Novembre.

Negli stessi giorni hanno incominciato lo sciopero della fame anche dieci rivoluzionari prigionieri della Cospirazione delle Cellule di Fuoco (CCF), per reagire all’operazione repressiva condotta dallo Stato contro alcuni loro familiari accusati di aver tentato di organizzare un piano d’evasione dalla prigione di Koridallos. (altro…)

“Sono qui come vostro dichiarato ed impenitente nemico, non supplico la vostra clemenza, non cerco di dialogare con voi ed i vostri pari. I miei valori sono in guerra con i vostri, così ogni mia frase contro di voi è un rasoio che incide le maschere della vostra ipocrisia e chiarisce la posizione ed il ruolo di ognuno di noi. Voi compilate decine di pagine di incartamenti e costituite continuamente nuovi casi, per seppellirci nelle prigioni delle vostre democrazie, per decenni. Vi state preparando ad imporci ’’condizioni di detenzione speciali’’, l’unico colpo mancante dal pantheon di ‘’trattamento speciale’’(trasferimenti di carcere, processi, leggi) che create per combatterci. (altro…)

Per continuare a contrastare la devastante attività di estrazione di oro condotta dalla Hellas Gold nella greca penisola calcidica, sono in programma 10giorni di lotta nel bosco di Skouries, da venerdi 22 a domenica 31 Agosto, precisamente sul monte Kakavos a Megali Panagia.

SKOYRIES_ITALIAN

(altro…)