Entries tagged with “Genova”.


da crocenera.org ???????????????????????????????????????????????????????????

Testo rivendicativo:

“GENOVA: SABOTATO MEZZO X LA COSTRUZIONE DEL TERZO VALICO. INCENDIATO BLOCCOMOTORE DI UN ESCAVATORE.IN DIFESA DELLA TERRA CON OGNI MEZZO NECESSARIO”

fonte informa-azione

da crocenera.org 143269

Milano, il 19 maggio, un arresto per il pestaggio di una guardia durante gli scontri del 1° maggio:un arrestato con l’accusa di lesioni volontarie e resistenza a pubblico ufficiale,nei confronti di  Antonio D’Urso, dirigente della questura di Quarto Oggiaro. Un altro manifestante è stato denunciato a piede libero per gli stessi fatti.

-Genova,scarcerati ed espulsi dall’Italia, e accompagnati alla frontiera, quattro dei cinque compagni francesi arrestati a Genova il 2 maggio scorso,in una retata susseguente al 1° maggio,per un quinto è scattato il solo divieto di dimora dalla città.

da radioazione.org

Questa mattina, alle ore 06:00 del 28 aprile, a Genova, i carabinieri del R.O.S. hanno effettuato una perquisizione a casa di un compagno anarchico genovese indagato per (come scritto da verbale) “pubblica istigazione a commettere atti di terrorismo nonché pubblica apologia di un delitto di terrorismo, segnatamente istigazione a compiere azioni dirette (ossia atti violenti con finalità di terrorismo) nonché apologia del delitto di lesioni aggravate dalla finalità di terrorismo consumato in danno di Roberto Adinolfi in data 7 maggio 2012, e rivendicata in data 11 maggio 2012 dal Nucleo Olga/FAI-FRI”. In Genova il 15 maggio mediante redazione di un documento pubblicato sul sito web Informa-azione.

Lo scritto in questione era stato pubblicato sui siti e firmato dal compagno con il proprio nome dopo le dissociazioni che alcuni genovesi vollero prendere nei confronti di chi attaccò Adinolfi.

Nella perquisizione sono stati sequestrati al compagno 2 computer, 1 hard disk, 2 USB Stick e materiale cartaceo.

Non un passo indietro!

Solidarietà a Nicola e Alfredo!

Nota di RadioAzione: Lo scritto firmato dal compagno con il suo nome era una risposta a quello, purtroppo molto noto e schifoso, dal titolo “I puntini sulle i” redatto da un coglione (non genovese),  e qualche sua pecorella, che hanno sentito l’esigenza di parlare a nome degli anarchici genovesi. Ora, quei quattro coglioni (chiamarli “dissociati” vorrebbe dire che almeno prima di una possibile dissociazione avevano un cervello),  saranno ben lieti di sapere che c’è chi li difende dalla critica: La Procura di Genova.
Complimenti anarchici da quattro soldi!
Da oggi sapete che in caso di un’altra azione in cui metterete bocca con i vostri “puntini”, avete la responsabilità sugli atti giudiziari a carico dei compagni che vi risponderanno… (altro…)

da http://informa-azione.info

Riceviamo da mail anonima e diffondiamo:

“GENOVA: Incendiato bancomat in solidarietà con i prigionieri della sezione AS 2 di Ferrara e con le lotte dentro e fuori le carceri greche”

 

da informa-azione.info 28febbraio-WEB_800x566

Nell’aprile 2010 tre compagni /e vengono arrestati /e, ed in seguito condannati /e a lunghe pene detentive ed a numerose restrizioni in relazione al tentato attacco esplosivo al centro di ricerche nanotecnologiche della IBM nei pressi di Zurigo, in Svizzera. In un quanto arzigogolato tentativo di rendere lo stesso reato punibile per due volte in due diversi territori la procura di Torino sta provando a riportare a processo Billy, Costa e Silvia – estendendo le accuse mosse contro di loro in Svizzera ed applicando ad esse l’aggravante di terrorismo.

Il fatto che l’Istituto Politecnico di Zurigo si sia posto come parte civile offesa non lascia dubbi sulle origini di questa nuova operazione repressiva: la macchina dello Stato in collaborazione con le istituzioni che ne rendono possibile il funzionamento, trascendendo confini geografici e singole legislazioni, tenta di annichilire coloro che decidono di opporsi allo sfacelo imperante. Si intende creare un sistema di cose nel quale a coloro che alzano la testa e decidono di rendere esplicito il conflitto nei confronti di una progressiva alienazione e distruzione del vivente da parte della società industriale venga reso sempre più difficile continuare a portare avanti le proprie lotte.

Ad ogni tentativo da parte delle istituzioni dello sfruttamento di colpirci, rilanciamo la prospettiva di una solidarietà complice ed attiva.

Nessun compromesso in difesa della terra, Solidarietà a Billy, Costa e Silvia!

– H 20:30 : Presentazione + Dibattito su nano/ bio tech ed aggiornamenti sui procedimenti repressivi contro i/le 3 compagn*

– H 22:00 (puntuali!) – Concerto con :

– ESLEGE ( Anarcopunx // Genova)

– WARPATH ( Heavy d-beat / crust hardcore // Milano)

– LAMANTIDE ( Dark chaotic hc // Cremona)

– TO ASHES ( Veganstraightedge Hc // Bologna)

– LOSERS PARADE ( Hc Punk Outfit // Genova / Chiavari)

* Per tutta la serata: spuntini vegan / distribuzione di materiale ecologista, libertario, antispecista. Mostra su “devastazione e saccheggio”. Raccolta di testi dalle carceri italiane.

** Porta la distro, lascia a casa il cane!

Pubblichiamo volentieri questo nuovo contributo da noi condiviso da http://ilmainasso.noblogs.org

“Io non possiedo il cervello: solo paglia”
“Come fai a parlare se non hai il cervello?”
“Non lo so. Ma molta gente senza cervello ne fa tante di chiacchiere”

Riteniamo assolutamente necessario prendere la parola in maniera decisa dopo aver assistito a qualcosa che consideriamo inammissibile. Già da tempo trovavamo preoccupante il diffondersi di determinate pratiche all’interno degli ambiti di lotta. Ora non crediamo sia più possibile soprassedere oltre. Ciò che spesso viene spacciato per disputa ideologica o discussione tra punti di vista ha raggiunto la vera e propria pratica della delazione.
Questo è quanto accaduto con la pubblicazione del testo “I burabacio” nei siti notav.info e infoaut.org, in seguito ai sabotaggi avvenuti nel dicembre scorso alle stazioni di Firenze e Bologna. Siti che, sicuramente, non rispecchiano le posizioni dell’intero movimento No Tav, che a sua volta non può avere certo la pretesa di rappresentare chiunque decida di intraprendere un percorso o una singola azione di contrasto all’Alta Velocità e alle nocività.

Da tempo assistiamo alla pubblica diffusione sul web di testi e controversie inquietanti, episodi ritenuti accettabili da alcuni, spacciati come dibattiti dagli autori o considerati in maniera marginale da altri, ora siamo arrivati ad un punto di non ritorno in cui è necessario che ognuno si assuma le proprie responsabilità.
Dalla richiesta di incolumità per un’infiltrata, alle continue dissociazioni e prese di distanza rispetto ad attacchi contro il dominio, inclusi quelli riconducibili alla lotta contro il Tav, fino a tergiversare con tolleranza sulla presenza di collaboratori di Giustizia negli spazi occupati, ecco che si giunge a postare articoli su internet in cui si denunciano pubblicamente presunti responsabili di azioni specifiche (in questo caso i redattori di Finimondo.org, autori del testo “A stormo!”).

(altro…)

01mainasso-page-001_703x960Aperitivo anti-repressivo con cena al MAINASSO.

A sostegno delle spese legali sostenute dai compagni coinvolti nell’indagine “Replay” accusati di associazione sovversiva e attentato con finalità di terrorismo.

VENERDì 31 OTTOBRE dalle 18.00 in poi…