Entries tagged with “attrezzature boschive”.


Con questo articolo inauguro una serie di testi sull’attrezzatura e l’abbigliamento boschivo ma saranno scritti particolari che prenderanno in esame per la maggior parte prodotti “poveri”, saranno quindi esclusi materiali super tecnici a vantaggio di fibre naturali, legno, ecc…, ne nasceranno quindi considerazioni demodé ma non necessariamente avverse alle novità tecniche che negli anni hanno investito l’ambito escursionistico e d’avventura ma bensì dovrebbero servire a ricordare che non è l’ultimo ritrovato tecnico che vi permetterà di cavarvela al meglio nelle situazioni che vi si pongono innanzi ma piuttosto la capacità tecnica individuale e l’esperienza che faranno sì di riuscire a valorizzare ed utilizzare al meglio ciò che si ha a disposizione.

Il cappello

Probabilmente se ci mettessimo a spulciare i forum ci renderemmo conto che la maggior parte delle recensioni e delle richieste vertano su coltelli, a seguire tende, qualche zaino e a scalare su altri pezzi più o meno importanti di equipaggiamento.

Eppure ci sono dei particolari spesso poco valutati che che possono far la differenza tra un’uscita in pieno comfort ed una da dimenticare. (altro…)

Da un po di tempo sono passato all’utilizzo di uno zaino in tela, precisamente quello utilizzato per molto tempo dalle truppe alpine tedesche; è uno zaino minimale con i pregi e gli incomodi di uno zaino vecchio stile in stoffa.

Come sempre non citerò una marca in particolare, chi fosse interessato al modello può cercarselo o scrivermi in MP per maggiori info.
Perché uno zaino in tela?
In parte perché mi piace l’aspetto vintage, ma ciò non sarebbe certamente bastato a farmi scegliere questo zaino, dopo tutto mi deve accompagnare per boschi e quindi ancor prima dell’estetica deve rispondere ai criteri di resistenza e funzionalità (cosa che tra l’altro fa egregiamente).
Ho optato per le fibre “povere”, naturali, già da qualche anno per quanto riguarda l’abbigliamento e questo perché mi piace poter riuscire a riparare o modificare ciò che indosso in base alle mie esigenze e quindi anche questo zaino risponde a dati prerequisiti, fibra naturale (cotone) e costo veramente contenuto (circa 24 euro) fanno si che le eventuali modifiche o riparazioni possano essere fatte facilmente e a cuor leggero.
Fatte le doverose premesse passiamo a parlare in maniera più approfondita dello zaino, ormai testato da qualche mese.
German BW Jagerrucksack

(altro…)

Da un po di tempo pensavo di sostituire la mia vecchia e cara amaca, non tanto perché non fosse più in condizione di essere utilizzata anzi, è ancora in forma, ma piuttosto perché essendo priva di zanzariera mal si prestava alla nuova condizione che si è creata in questa porzione di alpi, con le zanzare che sono arrivate ben sopra i 1000 metri, ed essendo io molto appetito da questi “simpatici” insettini mi son dovuto/voluto piegare all’amaca con zanzariera, rigorosamente a basso costo, intorno ai 30 euro (se considerati i prezzi delle parenti più blasonate). (altro…)

Ho sempre ritenuto molto funzionale, come aggiunta allo zaino o alla tracolla il marsupio, ottimo per tenere a portata di mano e sempre con sé alcuni strumenti utili; per quanto mi riguarda abitualmente uso riempirlo con alcuni oggetti specifici come frontale, fiammiferi cerati, acciarino, scatolina con il kit d’emergenza. A questa base di materiale qualche volta aggiungo una scatolina di esche per il fuoco (dotazione più che altro invernale in previsione di pioggia o neve e conseguente difficoltà nel reperire esche asciutte) e/o il monocolo (sempre quando mi muovo in un’area che non conosco). (altro…)

Fornelletto da escursione realizzato utilizzando due 13880314_613442575491784_4352644314350700232_nlattine, cotone e fil di ferro, (altro…)

IMG_3412Qualche settimana fa ho recuperato una pala pieghevole, nessuna marca particolare, niente “blasoni”.

Qualche dato tecnico: (altro…)