Entries tagged with “antispefa”.


CYmOZ34WwAAtrr2Domenica 24 gennaio @ Barocchio Squat

CONOSCERLI PER ISOLARLI, ISOLARLI PER ELIMINARLI
incontro con alcun* attivist* Antispefa

Nella sempre più falsa e dilagante tendenza dell'”apartitico-né a destra, né a sinistra”, nel cavalcare situazioni di “emegenza” varie, con l’ambiguità classica di chi cerca consensi nel populismo, si fanno sempre più largo realtà che, direttamente o velatamente, al fascismo e al razzismo spalancano le porte.
Perchè una lotta di liberazione umana, animale e della terra sia tale, riteniamo importante arginare e contrastare destre dichiarate e anche chi, pur definendosi “apolitico”, ha in comune ambiti, metodi e linguaggio o che ne tollera la presenza al suo fianco. Vorremmo quindi condividere e scambiare informazioni ed esperienze con le altre lotte, antifasciste e antiautoritarie, già attive sul territorio.

h. 17.00  proiezione video ANTISPECISMO E’ ANTIFASCISMO (19′)
a seguire dibattito e presentazione del dossier sulle nuove destre
nell’ecologismo e animalismo: CONOSCERLI PER ISOLARLI, ISOLARLI PER ELIMINARLI

contatti: antispefa@autistici.org e antispefa.noblogs.org
https://twitter.com/AntispefaMilano

da http://antispefa.noblogs.org

 

strip_logo_100percento

Centopercentoanimalisti nasce nel padovano come associazione no profit nell’ aprile del 2003. I suoi fondatori sono tre amici: Paolo, Jasmine e Federico.

logo_100Animalisti_vecchi_e_nuovoDel III millennio, è forse il primo gruppo di derivazione direttamente fascista in ambienti animalisti italiani. A Roma, dove per qualche anno sono stati presenti, erano in relazione con l’Area Identitaria, gente ex-Forza Nuova e Fiamma Tricolore con simpatie istituzionali verso AN. A Padova, nel 2000, una sentenza della Corte d’Appello condanna otto giovani “appartenenti al gruppo di estrema destra Forza Nuova” per aver picchiato un ragazzo di colore per “finalità razziste”. L’anno precedente, poco prima delle elezioni c’erano stati gli arresti di altri due membri di FN e il ritrovamento di micce ed esplosivi a casa di un’altra persona dell’ambiente.

Nella pagina di presentazione sul loro sito, fin da subito prendono le distanze ed inveiscono contro gli animalisti che li collocano all’estrema destra, ma definiscono gli “antispecisti” dei professionisti politicanti rossi. Come tutti i destroidi, dissimulano la loro origine cercando di non dare importanza all’appartenenza a destra o a sinistra e appropriandosi di parte del linguaggio radicale, come liberazione animale. (altro…)

da http://antispefa.noblogs.org sfruttina

Luogo: Piazza XXIV Maggio – MI
Ora inizio: 15:00
Data: 1 maggio 2015

APPELLO PER SPEZZONE LIBERATI DA EXPO
CORTEO 1 MAGGIO MAYDAY NOEXPO

PRIMO MAGGIO
MAYDAY!MAYDAY!

A Milano 2015 questa giornata di lotta internazionale dei lavoratori si abbraccia a quella contro Expo. Nel grande corteo che attraverserà Milano sfilerà anche uno spezzone ecologista, antispecista e per la libertà del genere che, come già nel corteo di Ottobre 2014, vuole opporsi contro le dinamiche di dominio nei confronti di tutte le classi sociali, in particolar modo quella degli animali non umani.
Animali lavoratori sia per essere cibo che per produrlo, sempre contro la loro volontà.
Come per noi il lavoro è un’occupazione imposta e necessaria al sistema che ci circonda, così per loro. In più, gli animali non umani subiscono un’ulteriore svuotamento di identità e denigrati, umiliati o pragmaticamente coccolati sono strappati alle loro esistenze per la nostra utilità.
E’ necessario abbattere questo pensiero antropocentrico per spezzare tutte le catene ed organizzarci per costruire nuove relazioni e scenari da inseguire.

 liberatidaexpo

PRIMO MAGGIO
ALTEREXPO

Il grande evento Expo2015 ha perso credibilità da mesi sia per quanto riguarda le collusioni istituzionali sia per le proposte insostenibili e democratiche che rilancia. L’attuale sistema divoratore di risorse, repressivo con chi difende i propri territori, generatore di profitti per pochi, razzista e specista vorrebbe spacciarsi per rispettoso dell’ambiente, degli animali, dei lavoratori e delle diversità mondiali, ma i partner scelti smascherano immediatamente questa propaganda: Coca-Cola, Mc Donalds, Nestlè, Eni, Enel, Pioneer Dupont, Selex-es rappresentano alcune delle aziende responsabili dell’inquinamento di terre e mari, di deforestazioni, di nocività e morti sul lavoro, di allevamenti come campi di concentramento, di armi da guerra e di nuove tecnologie di controllo utilizzate sia in ambito militare che civile. Non dimenticando DHL, gestore per la logistica di Expo, che, tramite la controllata ABX Air, supporta l’industria della vivisezione trasportando primati strappati al selvatico per la vivisezione e contro cui, insieme ad altri obiettivi, si è sviluppata una campagna internazionale di liberazione animale chiamata “Senza ritorno” (“Gateway to hell”). (altro…)

dalla trasmissione Liberation Front di Radio Blackout

 

apartitico

Martedì 24 febbraio: quarta puntata del sipario dedicato a “conoscerli per isolarli“.

Grazie al lavoro del collettivo antispecisti antifascisti Antispefa continuano gli approfondimenti e le schede informative sulle destre nei movimenti animalisti ed ecologisti. Nello specifico, martedì abbiamo dato la parola ad un compagno siciliano che ci ha fornito qualche aggiornamento e ha fatto un po’ di cronistoria delle mosse delle destre all’interno della lotta al Muos e di come subdolamente e/o apertamente, abbiano cercato e cerchino di cavalcare un movimento che però, nel combattere il Muos, cerca anche di contrastare logiche di nocività e liberticide, di dominio, di controllo, di confine, di guerra e che, di conseguenza, con i nuovi e vecchi rigurgiti fascisti e con chi fa loro da sponda, non può e non vuole aver nulla da spartire.

Sempre un grazie ad antispefa e al compagno antifascista e antispecista per la diretta telefonica dalla Sicilia.

Vi invitiamo a leggere la cronologia e ad ascoltare il contributo audio.