Nell’orto


MdGconlenticchieL’inverno, salvo indesiderati ritorni di fiamma di gelo, sembra passato, la neve s’è sciolta nell’orto ed ha disvelato i reperti orticoli sopravvissuti, che ben si prestano ad un recupero per la preparazione di un brodo super saporito; in esso, cuoceremo il cosiddetto “muscolo di grano”, che altro non è che un seitan con l’aggiunta di farina di legumi. Questa volta ho usato quella di lenticchie, la precedente quella di soia tostata, cambierà ovviamente la virata del sapore del seitan, ed anche la consistenza.

Andiamo dunque a brodificare!

Ingredienti per il brodo:

acqua

foglie di salvia

zenzero in polvere

cumino

coriandolo macinato (altro…)

tabella usi canapaNella trasmissione di Radio BlackoutLa terra trama..” (ogni domenica h 13-14,30) all’interno della rubrica “Niente di nuovo” abbiamo introdotto la coltura della canapa: origine, principali usi, storia fino alla metà del ventesimo secolo, quando criminalizzazione e produzione industriale di fibre principalmente sintetiche la cancellarono dai campi.

Qui è possibile scaricare il file audio Canapa_intro_2015.03.08-13.29.50-RadioBlackout_LTT2 oppure ascoltalo direttamente dal player qui sotto

 

farinataEbbene eccoci qui con una nuova ricetta, nella variante della mia città…sto parlando della farinata di cavolo nero, piatto povero tipico della tradizione toscana.

Di cosa abbiamo bisogno?

-di cavolo nero, ovviamente, io ho usato quello dell’orto;

-cipolla;

-aglio;

-fagioli cannellini;

-farina di mais;

-sale;

-pepe;

-olio EVO.

Come procedo? (altro…)

IMG_2246Come detto la pasta sfoglia ci ha dopato, l’accensione della stufa e la possibilità di utilizzare il forno ci da la possibilità di cucinare cose impossibili in estate, non avendo forno elettrico o a gas.

Abbiamo già parlato della torta di spinaci e tofu, che però in realtà era stata preceduta da un’altrettanto ottima torta salata di broccoli e patate. (altro…)

IMG_2255

In questi giorni ci stiamo dopando di pasta sfoglia e torte salate…Ieri sera ad esempio ce ne siamo pappata una a base di spinaci e tofu. La realizzazione, utilizzando -lo ammetto- un paio di prodotti da supermercato -nello specifico la pasta e il tofu- è piuttosto veloce, ovviamente i tempi si allungherebbero se decidessimo di preparare tutto in casa. Ma veniamo alla ricetta… (altro…)

autoproduzioniOggi continuiamo il percorso delle autoproduzioni, in questo caso gastronomiche: godiamo degli ultimi frutti estivi dell’orto, c’è ancora sulle piante una bella quantità di zucchine trombetta o d’Albenga che dir si voglia, zucchine in cui stanno evidentemente prendendo il sopravvento, visto l’arrivo dell’autunno, le caratteristiche più proprie di una zucca. Infatti alcune polpe delle cucurbitacee sono arancione pallido come non lo erano mai state dal loro primo sviluppo. Inoltre, ci sono più semi, anche se allo stato embrionale, e la carne di zucchina è più filamentosa.

Avevamo già fatto una conserva, in quel caso salata, con le zucchine trombetta, oggi prepariamo la marmellata, per tutti i classici usi della marmellata, quindi per spalmarla su pane o simili, per farcire dolci, per i vegetariani per accompagnare sfiziosamente i formaggi..

Abbiamo utilizzato:

– un chilo (ma anche qualcosina di più) di zucchine trombetta

– 15 foglie di menta acquatica e/o la buccia sminuzzata di un limone non trattato chimicamente

– 500 grammi di zucchero di canna grezzo

Vediamo il procedimento.

(altro…)

E’ giunto il momento della maturità per i peperoni nell’orto, così oggi con questi abbiamo preparato una conserva, in particolare una crema che potrà essere spalmata su pane, crostini, utilizzata per farcire panini etc ma che potrà benissimo condire una pasta od un cereale.

 

Vediamo come si fa! (altro…)

AlticaConoscete quest’insetto dai colori belli e cangianti? E’ l’altica, uno dei parassiti che le vostre crucifere nell’orto potrebbero trovarsi a fronteggiare, per cui se notate dei buchini sulle foglie dei cavoli potete cercare di porvi rimedio preparando un macerato d’aglio per irrorare le vostre piante smangiucchiate.

Il procedimento è molto semplice, basterà sbucciare una testa bella grossa di aglio (tra i 50 ed i 75 gr all’incirca) e tritarlo grossolanamente. Poi porterete ad ebollizione 10 litri di acqua, spegnerete il fuoco e lascerete l’aglio a macerarvi dentro per 24 ore.

(altro…)

Dado_finitoSulla scia delle autoproduzioni per la dispensa, cuore invernale della casa in montagna (insieme alla stufa!), abbiamo realizzato il dado vegetale, ecco le indicazioni per fare la vostra scorta per tutto l’anno, di modo che i profumi dell’orto estivo si sprigionino poi nelle vostre zuppe calde e nell’aromatizzazione dei piatti che vorrete rendere più succulenti.

Ci serviranno:

-7 hg di carote

– 8 hg di sedano

– 1 kg di cipolle

– 2 hg di aglio

– 2 hg di prezzemolo

– 1 hg di rosmarino

– 1 hg di basilico

– 1 kg di sale fino marino integrale

Le quantità degli ortaggi potete anche modificarle un pochino a vostro piacere, se ad esempio vi piacerà che il sapore del basilico sia consistente, abbondate pure; noi ad esempio abbiamo diminuito il sedano ed aumentato le carote, ciascunx a suo gusto!, mantendendo approssimativamente le proporzioni riportate sopra.

Chiaramente il segreto sta negli ingredienti, quanto più sono genuini, senza veleni aggiunti e nati nella terra che ci circonda, meglio è!

(altro…)

Come già intuito è tempo di provviste per l’inverno, dismessi quindi momentaneamente gli scarponi in luogo di attrezzi vari da cucinieri, ci siamo cimentati, dopo gli zucchini trombetta sott’olio ed il dado, nella preparazione del passato di pomodoro. (altro…)

Pagina successiva »