Liquor hystèria


insieme_1

L’imbarazzo della scelta

Da un giro in Val Chisone della scorsa estate sul colle Bourget, avevo riportato un mazzolin di Val Chisoneachillea moscata raccolto ad un’altitudine di circa 2000 m slm, che ho utilizzato per realizzare un liquore, ecco gli ingredienti

achillea moscata

zenzero in polvere

alcool a 95°

zucchero di canna

acqua

Il procedimento è molto semplice, è necessario solo un po’ di tempo: mettete in infusione al buio per un mese e mezzo le infiorescenze di achillea moscata e lo zenzero in dei barattoli di vetro a chiusura ermetica, per le quantità il vostro naso saprà essere il miglior consigliere.

Trascorso tale tempo, procedete al filtraggio attraverso un panno di tessuto naturale non colorato e non trattato con detersivi, dopodichè aggingete lo sciroppo freddato naturalmente che avrete preparato (le proporzioni che ho seguito io sono di circa 0,75 alcool: 1 acqua: 0,5 zucchero. Il risultato sarà poco dolce e molto alcolico, quindi ricalibrate questa proporzione a vostro gusto), mescolate bene bene ed imbottigliate, dopo tre mesi di buio ed asciutto, potrete assaggiare il vostro liquore di achillea moscata e zenzero, dalle spiccate proprietà digestive. (altro…)

copertina-anarchia-e-alcool-graficanera-NO-COPYRIGHT

Iniziamo oggi questa nuova categoria del blog, “Liquor hystèria“, in cui si parlerà di infusione alcoolica, che spesso associa l’estrazione di proprietà dalle piante al piacere del bere!

Oggi mettiamo in alcool a 95° due belle piante dell’orto, che si possono trovare anche allo stato selvatico in altre varietà.

Usiamo la salvia purpurea e la menta acquatica, entrambe versioni di piante che possiedono un aroma più delicato rispetto delle più famose e comuni sorelle,  cioè della salvia officinale e della menta piperita.

Vediamo come si puo’ realizzare, fermo restando che come in ogni ricetta anche qui ognunx poi troverà il giusto equilibrio per il proprio palato.

(altro…)