Archive for Giugno, 2019

Con questo articolo inauguro una serie di testi sull’attrezzatura e l’abbigliamento boschivo ma saranno scritti particolari che prenderanno in esame per la maggior parte prodotti “poveri”, saranno quindi esclusi materiali super tecnici a vantaggio di fibre naturali, legno, ecc…, ne nasceranno quindi considerazioni demodé ma non necessariamente avverse alle novità tecniche che negli anni hanno investito l’ambito escursionistico e d’avventura ma bensì dovrebbero servire a ricordare che non è l’ultimo ritrovato tecnico che vi permetterà di cavarvela al meglio nelle situazioni che vi si pongono innanzi ma piuttosto la capacità tecnica individuale e l’esperienza che faranno sì di riuscire a valorizzare ed utilizzare al meglio ciò che si ha a disposizione.

Il cappello

Probabilmente se ci mettessimo a spulciare i forum ci renderemmo conto che la maggior parte delle recensioni e delle richieste vertano su coltelli, a seguire tende, qualche zaino e a scalare su altri pezzi più o meno importanti di equipaggiamento.

Eppure ci sono dei particolari spesso poco valutati che che possono far la differenza tra un’uscita in pieno comfort ed una da dimenticare. (altro…)

Quello che segue è il testo di una breve dispensa che abbiamo distribuito ai partecipanti alla festa del solstizio tenutasi settimana scorsa. buona lettura

Brevi cenni sulle tradizioni erboristiche del solstizio d’estate

l’acqua del solstizio

Il solstizio d’estate, che quest’anno è stato precisamente il 21 Giugno alle 17:54 ora italiana, rappresenta l’avvio ufficiale dell’estate astronomica e pure la giornata con più ore di luce dell’anno e al contempo l’inizio delle giornate più corte.
La parola solstizio deriva dal latino solstitium (il sole si ferma) ed è in effetti il momento in cui il Sole raggiunge il punto massimo all’orizzonte (il minimo al solstizio di inverno, 20 dicembre) e sembra quasi che il sole indugi in questa posizione prima di riprendere il suo moto discendente.
Nelle tradizioni antiche ai solstizi veniva attribuita grande importanza ed erano celebrati con particolari rituali. La notte del solstizio, la più breve dell’anno, è sempre stata percepita come l’apice della fertilità e del vigore della terra.
La celebrazione degli antichi riti per il solstizio d’estate ha quindi dato luogo per secoli a manifestazioni diverse collegate con le credenze e gli usi popolari, come i fuochi di san Giovanni e gli altri rituali propiziatori tipici delle feste di inizio stagione.
Da sempre la luce è stata importante per l’umanità e da sempre questo periodo dell‘anno, dalla preistoria ad oggi, è stato un momento magico, particolare. (altro…)

 

domenica 23 giugno 2019 

Festa del solstizio d’estate al forno del Rif 

– h 11 Ritrovo al forno acceso con visita 

– h 12 Pancia mia fatti capanna! 
focacce golose calde presso il baciass, 
ricaricati la borraccia! 

– h 13 Partenza per il Vallone del rio Galambra, 
Grange della Valle, per la passeggiata Veget-attiva 
“Acque di montagna, acqua del solstizio” alla ricerca 
delle erbe delle ricette della medicina popolare 

– h 18,30 Merenda sinoira col pane appena sfornato e beverini erbacei 
(porta quello che vuoi cuocere 
nel forno!) 

Da sabato 22 giugno attività boschive con bivacco, porta quello che ti 
serve per una notte nel bosco 

Per info: ifioridelmale@autoproduzioni.net 

borgata Rif, frazione Cels, Exilles (TO)