Archive for Aprile, 2016

da http://www.autistici.org/cna

Apprendiamo che Gianluca Iacovacci, agli arresti domiciliari dal 16 giugno 2015 è finalmente , da oggi libero senza restrizioni..Il compagno era stato arrestato, assieme ad Adriano Antonacci a per una serie di sabotaggi nella zona dei Castelli Romani, di cui aveva rivendicato la responsabilità.La condanna in primo grado a 6 anni era stata ridotta in appello a 3 anni, dopo che era caduta l’accusa di terrorismo.

Fonte EarthFirstJournal

Sequipmentvandal-300x186tando alla Western Canadian Timber Products Ltd, uno dei loro 29 macchinari per caricare i tronchi Hitachi Log Loader è stato sabotato vicino a Mission, in British Columbia, fuori Vancouver.

Il presunto sabotaggio ha avuto luogo durante la notte tra l’11 e il 12 Aprile. Nella notte la compagnia di legname ha dichiarato: “Qualcuno ha tagliato un lucchetto nel nostro sito di disboscamento sulla Patterson Creed [Road]… Poi è stata posizionata una roccia sui comandi di guida e indirizzato il Log Loader verso la scarpata”

La compagnia ha tenuto a rimarcare che “La distruzione di questo macchinario è un grave costo per la nostra Compagnia”

Al momento nessuno ha rivendicato l’azione.

http://www.autistici.org/cna/2016/04/17/canada-sabotato-macchinario-di-compagnia-di-legname/

Nulla è scontato, nemmeno questa affermazione…e se non sempre le buoneIMG_3634 intenzioni sortiscono gli esisti sperati è altresì vero che ogni tanto per scalare una parete non si debba partire necessariamente dalla sua base; chi frequentasse, avesse frequentato o solo avesse sentito parlare del Verdon capirà a cosa mi sto riferendo, per gli altri invece ci vorrà un attimo di pazienza.

l fine settimana appena trascorso (26.03.2016) con il solito team a tre ci siamo recati per l’ennesima volta in direzione Caprie, per poi proseguire verso Campambiardo. Abbandonata l’auto nei pressi delle prime abitazioni abbiamo quindi preso un sentiero evidente che si inoltra nel bosco, dobbiamo seguire i segni blu, così ci dice la relazione, fino all’ ”attacco” della via che abbiamo scelto per la giornata. Ci inoltriamo nel bosco di castagni seguendo un muretto a secco, il sentiero è molto bello e le indicazioni sono evidenti; ogni tanto -a ricordarci che queste zone sono state negli anni il teatro prediletto degli attori del “nuovo mattino”- su qualche roccia si trovano vergati alcuni Aiku di Gian Carlo Grassi. Il sentiero mi piace proprio, il bosco sembra uscito da una favola silvestre e da un momento all’altro mi aspetto che salti fuori qualche folletto. Poco alla volta il bosco si dirada per lasciare spazio a cespugli di Ginepro, rosa canina e biancospino, appaiono quindi le prime rocce, in lontananza si vede Rocca Nera ed il ricordo torna alla bella salita di alcune settimane fa. (altro…)

P1080130Domani andiamo a camminare in Val Sangonetto! Questo ci siamo detti, con V, la sera prima di addormentarci. Sono contento, ho proprio voglia di camminare altri boschi.

La mattina seguente ci svegliamo pronti ad ultimare la preparazione degli zaini, acqua nelle borracce, un po di frutta secca ed un paio di panini.

Mi alzo a preparare il caffè e scostando la tenda noto come il sole che solo ieri splendeva alto oggi sia nascosto dietro una spessa colte di nubi piuttosto basse, che promettono nebbia e chissà, forse qualche goccia di pioggia, quest’anno la neve è stata piuttosto avara. (altro…)