fuoritraccialogodaapplicareQualche giorno dopo la salita della Parete nera di Caprie è stata la volta del Diedro della Dulfer a Rocca Penna, Borgone alto; questa volta eravamo in tre e abbiamo optato per una via quasi tutta in fessura e su lame eccettuato il terzo tiro su una bella placca.

La roccia è il classico granito di Borgone caratterizzato da un grip invidiabile ed una grana non eccessivamente abrasiva.

La via si sviluppa per quattro tiri e le difficoltà sono concentrate sulla placca del terzo tiro e su un passo del quarto. Pur essendo tutto richiodato -molto bene- di recente, la via potrebbe essere salita integralmente con l’ausilio di protezioni veloci come friends e nuts; anche il tiro di placca è proteggibile ma solo se si accetta di posizionare le protezioni piuttosto distanti, nel caso quindi sarebbe necessario sia dominare bene il 6A su questo tipo di arrampicata ed avere nervi ben saldi.

Al termine dalla giornata, davvero piacevole, dagli zaini sono saltati fuori cibi varii e birre, così da concludere in bellezza l’uscita. In sostanza una bella via non banale, adatta a vari tipi di palato arrampicatorio. Consigliata.

Diedro della Dulfer:  5 / 5+ / 6A / 6A – 115 Mt.

borgonepenna