210Traduzione di un comunicato per le manifestazioni del 31 ottobre e del 1 novembre in Francia in risposta all’assassinio di Remi:

LA POLIZIA HA UCCISO REMÌ

Sabato sera , alla Zad du Testet, Rémi viene ucciso dalla polizia.
Il suo corpo viene agguantato e trascinato per decine di metri dalle forze dell’ordine mentre gli scontri continuano.

Il giorno dopo questo é ció che si legge  sui giornali:  “il corpo di un uomo è stato ritrovato in prossimità del cantiere”… oltraggio, menzogna. A poco a poco, cominciano a saltare fuori i dettagli:
scontri, piogge di granate e di flash ball, una esplosione di origine indeterminata.
Le autorità distillano le informazioni, tentano di dividerci e di trasformare la morte di un  compagno in un problema tecnico.
Nascondono l’evidenza per contenere la rabbia.

(altro…)